Arte, Suggestione, Natura

Giacomo Vittone

Giacomo Vittone nasce a Torino il 13 dicembre 1898 e comincia a dipingere giovanissimo. Seguendo la sua predisposizione istintiva nel 1916 frequenta lo studio torinese dei fratelli Gatti dove ha modo di incontrare numerosi altri artisti. Nel 1917 parte per il fronte e combatte sul Carso vivendo di persona la ritirata di Caporetto. Dopo la guerra trova impiego, in vari periodi, presso alcune ditte venete e nel 1926 viene assunto da un importante istituto di credito. Si sposa a Pola nel 1928 e nel 1935, per motivi di lavoro, si stabilisce a Riva del Garda dove intensifica la sua attività di pittore stringendo rapporti con quanti operano in luogo: Pizzini, Paluselli, Bonat, Susat, Simeoni, Dal Lago ed altri. Alla continua ricerca di luoghi suggestivi, scopre i paesaggi del tennese ed il prediletto, “Regno di Calvola” dove più tardi nascerà l’idea di una Casa per artisti. Nel 1945 comincia a firmare i suoi quadri con lo pseudonimo, Pictor dominicus o semplicemente, Dominicus. Oltre a dedicarsi alla pittura si interessa con passione della vita culturale della città e nel 1945 viene nominato curatore del Museo Civico di Riva del Garda. Si impegna nella ricostruzione di questa istituzione aggiungendovi il primo nucleo della biblioteca civica. Nel 1955, dopo numerose attestazioni, riceve dall’Amministrazione comunale di Riva la medaglia d’oro di benemerenza per la sua opera in favore del museo e della cultura locale. Negli anni ’60 con l’aiuto di alcuni fedeli amici, dà vita alla Casa degli Artisti che da allora porta il suo nome. Sempre in quel periodo si trasferisce ad Ostia e alla morte della moglie abbandona lo pseudonimo Dominicus e riprende a firmare le sue opere Giacomo Vittone. Muore ad Ostia nel 1995.







MOSTRE, LABORATORI ED EVENTI

Arte Donna. L’altra metà del Novecento in Trentino

dal 2 marzo al 16 giugno 2019

Arte Donna. L’altra metà del Novecento in Trentino

VEDI